0 9 min 10 mths

[ad_1]

Nella regione amazzonica del Perù cresce un frutto eccezionalmente nutriente: Camù Camù. Il grande arbusto dai fiori bianchi, che appartiene alla famiglia del mirto (Myrtaceae), ha più vitamina C da offrire di quasi tutti gli altri frutti.

Camu Camu – la migliore fonte di vitamina C al mondo

Il camu camu offre un contenuto di vitamina C più elevato rispetto a qualsiasi altra pianta a noi nota, ovvero tra 2.000 e 2.800 milligrammi per 100 grammi di frutta cruda. Cioè da 30 a 40 volte più vitamina C che nelle arance, circa il doppio rispetto ai cinorrodi e più del doppio rispetto all’olivello spinoso, che è apprezzato per il suo contenuto di vitamina C. I kiwi contengono circa 80 milligrammi e le fragole 62 milligrammi per 100 grammi.

Secondo le attuali conoscenze, solo la prugna australiana (“kakadu plum”) ne ha di più: 3.100 milligrammi per 100 grammi.Anche l’acerola è più bassa con 1.700 milligrammi. Inoltre, camu camu contiene vitamina B1B2B3beta-carotene, calcio, fosforo, potassio, ferro e gli amminoacidi condizionatamente essenziali valina, serina e leucina.

I benefici per la salute e la bellezza di Camu Camu

Gli indigeni del bacino amazzonico utilizzano il camu camu in forma essiccata come medicinale: per le malattie virali, infiammazioni e delle vie respiratorie, per la vista e per rafforzare in genere le difese dell’organismo e degli organi oltre che le prestazioni e la concentrazione.

Nella sua esperienza, camu camu abbellisce la pelle perché stimola la produzione di collagene e rafforza tendini e legamenti. Si dice che gli Incas usassero Camu Camu.

Camu camu nella scienza

Attualmente ci sono solo pochi studi su Camu Camu. Tuttavia, l’effetto antiossidante (scavenger di radicali, protezione cellulare) e nell’infiammazione è scientificamente confermato.

Tuttavia, studi sulla vitamina C (acido ascorbico) hanno dimostrato che la vitamina ha un effetto di prolungamento della vita, ha un effetto positivo sulla qualità della vita delle persone con epatite C, regola la produzione di istamina e istidina, che può prevenire o alleviare le allergie, rafforzare le difese del corpo e il raffreddore e l’influenza e la tubercolosi possono essere prevenute o curate.

Se veniva assunto 1 grammo di vitamina C al giorno, il tasso di raffreddore diminuiva del 30% rispetto al gruppo di controllo senza vitamina C. In generale, la suscettibilità alle infezioni era ridotta. La terapia del cancro del noto medico oncologico Linus Pauling si basa su alte dosi di vitamina C. Un effetto positivo è stato riscontrato anche nel diabete mellito di tipo 2.(Salute: la vitamina C è essenziale!)

La vitamina C prolunga la vita

I ricercatori dell’Università della California sono giunti alla seguente conclusione già nel 1992 nell’ambito di uno studio a lungo termine con 10.000 soggetti: le persone che consumano 800 milligrammi di vitamina C al giorno hanno un’aspettativa di vita di 6 anni in più rispetto alle persone che consumano solo 800 milligrammi di vitamina C al giorno. assumere 60 milligrammi di vitamina C al giorno. È anche sorprendente che il rischio di morire per malattie cardiovascolari sia ridotto fino al 42 percento!

Nel 2012, un altro studio dell’Oregon State University ha mostrato chiaramente che l’indennità giornaliera raccomandata per la vitamina C deve essere riconsiderata urgentemente. I ricercatori hanno raccomandato una dose giornaliera di 200 milligrammi di vitamina C per adulti sani, che corrisponde a circa 1.500 milligrammi di polvere di frutta camu camu.

Come si usa camu camu?

Tuttavia, è importante sapere che la biodisponibilità diminuisce con l’aumento dell’assunzione orale di vitamina C. L’aumento della vitamina C rilevabile nel sangue è inferiore al 30 per cento a dosi superiori a 3.000 milligrammi al giorno.

Quindi, se assumi 200 milligrammi di vitamina C al giorno, quasi il 100 percento della vitamina entra nel metabolismo. È importante distribuire la fonte di vitamina C come la polvere di frutta camu camu in più porzioni al giorno. In questo modo è possibile ottimizzare l’utilizzo.

La vitamina C naturale funziona meglio dell’acido ascorbico prodotto artificialmente

All’inizio del 20° secolo, vari biochimici riuscirono a isolare la vitamina C, cioè l’acido ascorbico. Oggi, la produzione industriale di acido L-ascorbico (vitamina C) in tutto il mondo è di circa 110.000 tonnellate all’anno, un settore economico che vale miliardi, in cui la Cina in particolare gioca un ruolo importante.

Tuttavia, dal 2011 ci sono prove crescenti che la vitamina C naturale è molto più efficace della sua forma isolata o sintetica, l’acido ascorbico. Come molte altre sostanze naturali, anche le vitamine sono più prontamente disponibili per l’organismo in una naturale interazione con altri principi attivi, cioè non isolate.

È stato ora dimostrato che il camu camu, come tutti gli altri tipi di frutta e verdura, contiene vitamina C e un gran numero di altri nutrienti e fitochimici che promuovono la salute che promuovono gli effetti reciproci.

Uno studio condotto in Giappone è stato in grado di dimostrare che 20 milligrammi di vitamina C naturale hanno lo stesso effetto antiossidante di cento volte la quantità di vitamina C sintetica. Sebbene questo studio riguardi l’acerola, può essere facilmente applicato anche ad altri fornitori di vitamine -C, come camu camu, trasferiti.

Lo studio ha dimostrato che la vitamina C naturale (dal succo della ciliegia acerola) viene assorbita meglio dall’organismo rispetto all’acido ascorbico puro. Inoltre, la vitamina C idrosolubile viene escreta più lentamente dal corpo. È possibile che altre sostanze contenute nella pianta, come i flavonoidi, aumentino l’assorbimento della vitamina C e ne inibiscano l’escrezione.

Scandalo medico dell'ipertensione

Camu Camu: I fitochimici sono importanti antiossidanti

Camu camu è principalmente noto per il suo alto contenuto di vitamina C. Tuttavia, spesso si dimentica che i frutti acidi contengono molti altri ingredienti benefici per la salute, come altre vitamine e minerali o oligoelementi.

Perché oltre alla vitamina C, la polvere di camu camu contiene preziose sostanze vegetali secondarie, minerali come ferro, potassio e zinco e numerose vitamine del gruppo B e beta-caroteni, nonché bioflavonoidi. L’intera combinazione rende la polvere ottenuta dalla pianta selvatica una parte molto popolare di una dieta attenta alla salute.

I bioflavonoidi sono pigmenti vegetali che danno colore ai fiori e alle foglie. Ma contengono anche sostanze molto importanti per la salute umana. Questi includono gli antiossidanti, che sono di grande importanza fisiologica come scavenger di radicali perché disattivano le specie reattive dell’ossigeno (composti dell’ossigeno) nell’organismo umano e quindi prevengono lo stress ossidativo.

Numerosi studi hanno dimostrato gli effetti antiossidanti, antiallergici, antinfiammatori, antidolorifici, antivirali e antimicrobici dei flavonoidi. Nella migliore delle ipotesi, quindi, riducono il rischio di malattie cardiovascolari e cancro. Inoltre, i flavonoidi aiutano a curare condizioni preesistenti, secondo una recensione del 2013 che cita ben 160 fonti.

Gli effetti medicinali di Camu Camu è principalmente attribuita all’interazione degli ingredienti antiossidanti che proteggono il nostro organismo dai radicali liberi e quindi anche dalle malattie. In effetti, non c’è quasi nessun altro frutto che abbia un valore ORAC così alto come Camu Camu. Questo è 61.000 µmole TE/100 grammi (micromole Trolox equivalente per 100 grammi).

In confronto, il valore ORAC della bacca di goji è 25.000 e la bacca di acai è 18.500. Solo l’acerola è più alta con un valore fino a 70.000 µmol TE/100 grammi. Il valore ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) indica la capacità antiossidante di un alimento. Maggiore è il valore ORAC, meglio i radicali liberi nel corpo umano possono essere neutralizzati.

La particolarità di Camu Camu è che anche dopo un anno di stoccaggio, è stato comunque raggiunto un valore ORAC alto e stabile. Una durata di conservazione così lunga degli antiossidanti è difficilmente raggiunta da nessun altro alimento senza l’aggiunta di conservanti artificiali.

Fonti: dominio pubblico/naturstoff-medizin.de il 02/12/2022

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link



[ad_2]

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *