0 3 min 4 mths

[ad_1]

I carri armati russi dipinti con una lettera “Z” e enormi convogli si stanno muovendo verso il confine con l’Ucraina, poiché la regione orientale è scossa dai bombardamenti e gli espatriati britannici hanno promesso di “combattere come diavoli”.

Si sospetta che i segni siano stati assegnati a ruoli specifici in mezzo alle crescenti tensioni su un’imminente invasione, con filmati che mostrano le lettere spruzzate su carri armati, cannoni semoventi, camion di carburante e veicoli di rifornimento.

Il canale indipendente russo Telegram Hunter’s Notes, che monitora da vicino i movimenti militari, ha affermato che “tutte le attrezzature [marked with “Z”] è stato visto vicino a Kursk e nella regione di Shebekino di Belgorod’ al confine con l’Ucraina.

Circa 200 veicoli militari sono stati avvistati nell’area, poiché i contrassegni “Z” sono stati “applicati frettolosamente”, con il canale che suggerisce “abbiamo a che fare con un certo gruppo di truppe che ha i propri compiti e piani per il prossimo futuro”.

Arriva quando le esplosioni hanno scosso l’Ucraina orientale alla fine di sabato, dopo che il capo della NATO ha avvertito che i segnali provenienti dalla Russia suggeriscono che Mosca si sta preparando per un “attacco a tutti gli effetti”.

Secondo un giornalista della Reuters, si potrebbero sentire molteplici esplosioni tra la fine di sabato e l’inizio di domenica nel centro della città di Donetsk, controllata dai separatisti, nell’Ucraina orientale.

I civili sono stati evacuati da regioni in prima linea sempre più sbarrate, dove Kiev ha detto che due dei suoi soldati erano morti in un attacco ieri, le prime vittime nel conflitto da più di un mese.

Ma un espatriato britannico ha detto che faceva parte di una piccola comunità pronta ad aiutare i volontari della resistenza armata e a “combattere come diavoli” in caso di invasione.

Ha detto alla BBC: ‘Siamo qui, siamo pronti a combattere e combatteremo come diavoli, ve lo dico io. C’è una piccola comunità di espatriati qui, ma ci uniremo ai nostri partner ucraini, ai nostri amici ucraini e alla famiglia ucraina.’

Il presidente francese Emmanuel Macron chiamerà il russo Vladimir Putin domenica per cercare di evitare quella che le potenze occidentali prevedono sarà un’imminente invasione.

Per saperne di più



[ad_2]

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.